Tutto ciò che devi sapere sui medicinali per l’eiaculazione precoce

Quando si parla di medicinali per l’eiaculazione precoce, la dapoxetina è una delle pillole che più viene ricercata. È di fatti una pillola indicata per controllare e ritardare l’eiaculazione precoce e ormai è presente sul mercato di vari paesi europei. È ancora in fase sperimentale e i suoi studi sono stati accompagnati da entusiasmo dalle industrie farmaceutiche perché sembra essere un rivoluzionario trattamento che triplica l’intervallo di tempo tra l’inizio della relazione sessuale e l’eiaculazione.

Insieme all’esaltazione, sono nati però anche i primi dubbi in alcune persone che si sono chieste se il rendimento di questa pillola sia davvero efficace e se ci siano effetti collaterali (insonnia, ansia e diminuzione della libido, mentre è controindicato a chi soffre di insufficienza cardiaca). Come tutti i medicinali per l’eiaculazione precoce, è bene fare un’analisi approfondita prima di decidersi se assumerlo o meno. E proprio questo abbiamo fatto.medicinali naturale per l'eiaculazione precoce

Tra i medicinali per l’eiaculazione precoce, la dapoxetina è efficace?

I primi studi sull’utilità di questo trattamento sono stati raccolti in una ricerca pubblicata nel 2007. I risultati hanno evidenziato che la dapoxetina è efficace per controllare e ritardare l’eiaculazione in una percentuale molto alta dei soggetti analizzati. Come media questo trattamento permette di triplicare il tempo di penetrazione nelle relazioni sessuali, per cui non è proprio una soluzione, ma sicuramente può far rientrare un uomo nei suoi parametri di normalità.

Il 90% delle persone che soffrono di questo disturbo eiaculano in un tempo inferiore al minuto, per cui questo trattamento non è sufficiente per la totale normalità della durata media di penetrazione, stabilito in sei minuti e mezzo. Secondo i dati di alcune ricerche, gli uomini che soffrono almeno una volta nella vita di eiaculazione precoce sono un terzo, mentre meno del 7% ne soffre in maniera regolare.

Qual è la migliore soluzione di superare questo disturbo?

Per ottenere una soluzione ottimale, la maggior parte degli esperti sostengono che l’assunzione di questa pillola deve essere sempre accompagnata da terapie olistiche. L’eiaculazione precoce non è biologica o di origine genetica, ma ha e subisce un forte impatto psicologico. L’ansia, la mancanza di autostima, la paura o lo scoraggiamento sono alcuni dei disturbi mentali che sono alla base di questa disfunzione sessuale, quindi usare la dapoxetina deve essere coadiuvato da una terapia psicologica.

La coppia ha un ruolo centrale in questi trattamenti per affrontare il problema da entrambi i punti di vista e adottare congiuntamente tecniche chiamate di focalizzazione sensoriale. D’altra parte, si può combinare anche con altre tecniche utilizzate per anni per ritardare l’eiaculazione.

Perché questo, come altri medicinali per l’eiaculazione precoce, non vanno presi con leggerezza?

La farmaceutica che commercializza questa pillola, così come anche i terapeuti sessuali mettono in guardia sui pericoli di auto ricettarsi questo farmaco se non c’è una diagnosi precedente. La dapoxetina non è un tipo di afrodisiaco, quindi si dovrebbe essere consapevoli del fatto che il loro consumo non implica che i rapporti sessuali diventino infiniti e si possono battere i record a letto. E non è un farmaco che migliora l’erezione, come erroneamente si scrive su alcuni forum.

Quali sono i suoi effetti collaterali?

Questo farmaco richiede la prescrizione di uno specialista. Secondo i risultati di uno studio condotto su un campione di 6.000 pazienti, il 10% ha sofferto di vertigini o di emicrania consumandolo, mentre a uno su 20 ha causato diarrea, ansia, stanchezza e sonno. Quello che hanno escluso le ricerche su questa pillola è di produrre effetti negativi se combinato con altri farmaci per la prescrizione di altri disturbi sessuali, visto che il suo impatto è mite e tollerabile. In alcuni casi può anche causare diminuzione della libido e visione offuscata.

La dapoxetina, come altri medicinali per l’eiaculazione precoce, è controindicata per le persone affette da malattie cardiache, soprattutto chi ha scompenso cardiaco. Inoltre non è indicata per i pazienti con ipotensione o ipertensione.

Quali sono le alternative a questo farmaco?

I medicinali per l’eiaculazione precoce non sono sempre la risposta giusta a questo problema. Esistono delle alternative naturali come gli esercizi per la zona pelvica e quelli che aiutano a controllare l’eiaculazione, come anche gli integratori che ottimizzano i livelli di testosterone e le tecniche di rilassamento. Non perderti d’animo e consulta subito uno specialista. Solo così tornerai ad avere una vita sessuale completa!

Leave a Reply