8 soluzioni per trattare i problemi di erezione

Nonostante la disfunzione erettile sia un problema che danneggia soprattutto gli uomini dopo i 40 anni, secondo uno studio del Boston Medica Group i problemi di erezione si verificano anche tra i giovani.

Le cause possono essere svariate, ma per soprattutto in alcuni casi, sono le abitudini come alcol, fumo e droga a peggiorare la qualità delle prestazioni sessuali di un uomo. Questi scorretti metodi di vivere la vita è piuttosto sciocco ed è la prima cosa che devi fermare, se vuoi risolvere i tuoi problemi di erezione.problemi di erezione rimedi

Se invece non rientri tra i casi sopracitati, dovresti fermarti un attimo e cercare la causa al tuo problema. Una volta scoperta, non ti spaventare perché le soluzioni ci sono. Qui di seguito trovi 8 consigli per migliorare le tue prestazioni sessuali, alcuni sei quali potrebbero darti degli ottimi risultati.

Come risolvere i problemi di erezione con questi 8 rimedi

Ricordandoti che se hai problemi di erezione la prima cosa da fare è analizzare le cause e vedere uno specialista, quelli che seguono sono i metodi più consigliati dagli specialisti.

  1. Pillole. Ci sono molti farmaci che aiutano gli uomini a ritrovare il desiderio sessuale e la fermezza delle erezioni. La loro funzione è quella di rilassare i muscoli e aumentare il flusso di sangue al pene. Sono trattamenti efficaci per i problemi di erezione, ma hanno anche alcuni effetti collaterali non indifferenti che li rendono poco adatti per la maggior parte delle persone.
  2. Supposta. Si tratta di un particolare medicinale che, per recuperare la fermezza del pene, deve essere inserito nell’uretra. Tuttavia, quando viene assorbita può perdere una certa efficacia e, anche in questo caso, ci possono essere degli effetti collaterali da tenere in considerazione prima di usarla.
  3. Iniezioni. In particolare un farmaco chiamato alprostadil viene iniettato applicato alla base del pene con un piccolo ago. La sostanza funziona molto simile delle pillole, ma con qualche effetto collaterale in meno.
  4. Pompe. Non richiedono medicinali di alcun tipo e c’è chi dice che siano molto efficaci per aumentare il flusso di sangue al pene. Purtroppo se non usate correttamente o continuando ad usarle a lungo, possono rovinarsi i corpi cavernosi del pene compromettendo la funzionalità del pene per sempre.
  5. Anelli. Quando il pene si riempie di sangue, un anello viene inserito alla base per evitare che defluisca con lo scopo di mantenere più a lungo l’erezione. Non devono essere utilizzati più di 30 minuti e sono comunque consigliati solo in casi estremi visti i rischi di compromissione della funzionalità del pene.
  6. Esercizi. Sono specifici per il pene e si rivelano uno dei rimedi più consigliati, visto che possono dare ottimi risultati senza creare danni collaterali. Richiedono tempo e pazienza, ma i risultati arrivano.
  7. Integratori. Ce ne sono di vario tipo, ma i migliori sono quelli naturali al 100% che hanno la capacità di aumentare la produzione di testosterone dell’organismo. Uno dei più usati ultimamente è Testoultra, che ha il vantaggio di non avere effetti collaterali.
  8. Creme. Anche in questo caso ne esistono di svariate formulazioni, ma le più consigliate sono quelle a base di ingredienti naturali. Associate agli esercizi per il pene, possono dare risultati ottimi, sia nella qualità delle erezioni sia nelle prestazioni sessuali in generale.

Non devi pensare di essere l’unico uomo ad avere problemi di erezione, perché ti sorprenderesti di sapere in quanti ne soffrono. La cosa importante è non nascondere la tua difficoltà, né negarla, ma affrontarla per quello che è, per trovare così la migliore soluzione. Niente è impossibile, oggi è sbagliato arrendersi perché la possibilità di tornare ad essere grande a letto c’è, sta a te prendere la giusta strada.

Leave a Reply